Tag

Mulino Bernasconi

Il Mulino Bernasconi è un mulino del 1850 circa, ma non so la data precisa: c’è una ruota di diametro esterno di quattro metri e mezzo, collegata con tutti gli ingranaggi, che fa muovere la macina all’interno del mulino. Il nostro è un mulino che si sviluppa lungo il canale di irrigazione, o meglio una roggia molinara del fiume Lanza, che è un affluente del fiume Olona.


read more

Anza o Lanza

Torrente che sbocca in sponda sinistra d’Olona in Comune di Malnate. Esso ha le sue origini in territorio svizzero sopra Meride e riceve nel suo percorso sino a Clivio, molte sorgenti di proprietà del Consorzio Olona.

Le sue acque sotto Clivio, in territorio italiano, sono derivate in sponda destra a costituire il Cavo Diotti di levante. Il torrente procede sotto il nome di Clivio e dopo un percorso di circa 3 km ritorna in territorio svizzero col nome di Gaggiolo, per rientrare poi in Italia coi nomi di Anza e Lanza seguendo la Valle Morea sotto Cantello.

Il Consorzio Olona esercita la sua vigilanza della acque di questo torrente per la sola tratta superiore da Meride a Clivio.

L. Mazzocchi, Dizionario del fiume Olona, Consorzio del fiume Olona, Parabiago, 2008, pag. 14.

 

Cantello

Comune del Circondario di Varese, già noto sotto il nome di Cazzone, bagnato ad est dal torrente Anza e ad ovest dalla Bevera.

E’ stazione della ferrovia Valle Olona.

L. Mazzocchi, Dizionario del fiume Olona, Consorzio del fiume Olona, Parabiago, 2008, pag. 69.


Azienda agricola Biobaj Cantello

Biobaj nasce nel 2000 come piccola azienda agricola biologica a conduzione familiare: promuove la coltura tipica del territorio di Cantello – l’asparago violetto d’Argenteuil con il gambo bianco e la punta lilla – e la produzione di ortaggi biologici. La coltivazione degli asparagi avviene con il metodo dei cumuli.


read more

Giovanni Baj

Ho sempre avuto la passione per l’orto, e anche se svolgevo un lavoro che non aveva nulla a che fare con l’agricoltura, ovvero lavoravo nel settore dell’abbigliamento, ho sempre coltivato il mio pezzo di terra per uso famigiare, poi sono andato in pensione e finalmente ho dato libero sfogo, e sopratutto a tempo pieno, a una mia grande passione. Così cominciai a dedicarmi anima e corpo alla coltivazione dell’asparago e nel 2000 decisi di far nascere l’azienda agricola
read more

Coltivare in modo naturale: agricoltura biologica

Se ci si pensa bene, è alquanto assurdo che si debba certificare il biologico, che di per sé è una cosa normale come diceva anche Petrini, il presidente di Slow Food, in un articolo che ho letto di recente. Avrebbe sicuramente più senso certificare un prodotto che non è naturale, dove si utilizzano pesticidi o quantomeno sostanze chimiche,  piuttosto che una coltura biologica, che poi non è altro che l’agricoltura tradizionale, naturale.
read more

© Copyright 2011 Olona fiume invisibile. Proudly powered by WordPress.-->
Up