Tag

Acque di rifiuto

Sono le acque che i molti stabilimenti industriali sorti lungo l’Olona scaricano nel fiume dopo una assai problematica depurazione.

Pei bisogni delle industrie l’acqua viene derivata dall’Olona, ma più spesso viene estratta meccanicamente da pozzi praticati negli stessi stabilimenti allo scopo di averla limpida e pura, ma dopo l’uso scendono in Olona variamente tinte e talvolta fortemente inquinate.
read more

Luca Rancilio

Mi chiamo Luca Rancilio e sono nato a Legnano (Mi). Ho 41 anni. Ho compiuto gli studi presso il liceo scientifico della mia città – Parabiago – e ho conseguito la laurea in economia e commercio presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, a pieni voti. La mia specializzazione è stata “Gestione e amministrazione delle imprese”, con tesi sui sistemi di controllo di gestione e analisi dei costi, sotto il patrocinio del professor Stefano Baraldi, del dipartimento di ragioneria programmazione e controllo.


read more

Gioacchino Mauri

Sono vanzaghese, sono di estrazione popolare. Sono nato nel 1940, ho due fratelli, uno è prete e ha due anni in meno di me, l’altro ha sedici anni in meno di me. Il mio bisnonno aveva due figli, una non si è sposata e l’altro, mio nonno, aveva cinque figli, tra cui mia mamma, due maschi e tre femmine. Era una famiglia di origine contadina.
read more

Candeggio

Parecchi stabilimenti di sbianca con processi chimici furono impiantati lungo l’Olona sotto il nome di candeggi. Esssi scaricano nel fiume le acque di rifiuto dopo una confacente depurazione. Tutte le tintorie sono provviste di un reparto di candeggio. La sostanza più in uso per questa preparazione è l’ipoclorito di calcio. Nel 1920 i principali stabilimenti di candeggio lungo l’Olona sono qui sotto elencati:

  • Visconti esercito da Gadda         in Fagnano
  • Comi successo a Careghini         in Fagnano
  • Pigni fratelli                                in Fagnano
  • Scandroglio                                 in Fagnano
  • Candiani Enrico con tintoria       in Fagnano
  • Lualdi & Grassi                           in Marnate
  • Tosi già Alfieri                            in Castellanza
  • Cotonificio Cantoni                     in Castellanza
  • Binda & C. già Castiglioni          in Castellanza
  • Cerrini & C.                                 in Castegnate
  • Mottana & C. già Bernocchi       in Legnano

L. Mazzocchi, Dizionario del fiume Olona, Consorzio del fiume Olona, Parabiago, 2008, pagg. 4-5.

Cartiere

Nel 1818 le Cartiere in esercizio lungo il fiume Olona erano le seguenti:

  • Molina               in Varese
  • Molina               in Malnate
  • Merati               a Lozza
  • Vita&Mayer      a Lonate Ceppino

Nel 1819 la Cartiera Molina di Malnate fu soppressa ed il fabbricato fu aggregato all’Officina meccanica Conti e nel 1920 la Cartiera di Varese passò alla società Cartiera Valle Olona.

L. Mazzocchi, Dizionario del fiume Olona, Consorzio del fiume Olona, Parabiago, 2008, pag. 74.

Inquinamenti delle concerie

Da un esame compiuto verso la fine dell’anno 1918 ebbe a risultare che le concerie in valle d’Olona, Comune di Varese, scaricavano nel fiume i seguenti volumi di acque lorde:

  • Conceria Aletti          nelle 24 ore mc      10
  • Conceria Amaducci   nelle 24 ore mc     30
  • Conceria Fraschini    nelle 24 ore mc   100
  • Conceria Varesina     nelle 24 ore mc   100
  • Conceria Concaria     nelle 24 ore mc   120

______________________________________

mc 360

ossiano complessivamente litri 100 al secondo

L. Mazzocchi, Dizionario del fiume Olona, Consorzio del fiume Olona, Parabiago, 2008, pag. 176.

Inquinamenti

Col sorgere e coll’ampliarsi di molti stabilimenti industriali lungo l’Olona, questa divenne come un grande collettore di tutti i rifiuti di Concerie, Cartiere, Tintorie, Candeggi, Stamperie ecc. diguisachè le acque del piccolo fiume, specie nelle magre estive, si rendono così fortemente tinte e inquinate da riuscire più di danno che di utile ai prati che esse irrigano.
read more

Azienda Ticinoplast

Ticinoplast nasce nel 1967 come azienda produttrice di polietilene. Alla fine degli anni ’70, alla produzione di film viene affiancata quella di lastre acriliche. Oggi l’azienda produce laminati multistrato barriera utilizzati in ambito elettrico ed elettronico per il packaging alimentare, farmaceutico e industriale, lastre acriliche per diversi settori e componenti sanitari quali vasche da bagno e piatti doccia.

La nascita e lo sviluppo di Ticinoplast è legata alla storia della famiglia Besozzi, originaria di Pogliano Milanese. Nel 1880 la famiglia Besozzi costituisce la “Società Fornace Besozzi”, che viene portata avanti fino al 1967, anno in cui si orienta al settore della plastica.

Rancilio Macchine per caffè

La Rancilio è un’azienda molto radicata nel territorio di Parabiago, siamo qui da sempre. Noi ci troviamo nella sede dove Roberto cominciò negli anni ‘20, nel 1927 per l’esattezza. Siamo stati qui dagli anni ’20 fino al 1971, quando ci siamo spostati nella sede produttiva di Villastanza di Parabiago, dove si fanno i prodotti più moderni, più aggiornati. I nostri due aspetti fondamentali sono il fatto di essere sempre stati un’azienda con radici locali, qui e poi anche a Villastanza, con personale proveniente dalla zona locale, e il fatto di aver creato un prodotto di carattere globale.
read more

Giuseppina Tettamanti

Io e mio marito oggi siamo pensionati ma abbiamo un passato lavorativo comune, tutti e due infatti abbiamo intrapreso una carriera in azienda: Alessandro era titolare di un’impresa commerciale d’importazione e distribuzione sul territorio nazionale mentre io, dopo gli studi come assistente sociale, sono diventata col tempo direttore amministrativo di una grande azienda e successivamente di un’altra impresa ma più modesta.
read more

© Copyright 2011 Olona fiume invisibile. Proudly powered by WordPress.-->
Up